Google Analytics: lo strumento di analisi dei dati più conosciuto nel mondo online

Google Analytics: lo strumento di analisi dei dati più conosciuto nel mondo online

Fin dal primo articolo abbiamo familiarizzato con uno strumento conosciuto da chiunque lavori nel mondo online, anche se non specializzato nel campo del monitoraggio ovvero Google Analytics.

E’ arrivato il momento di conoscerlo meglio.

Google Analytics è lo strumento di analytics in continua evoluzione

Graficamente si presenta diviso in tre parti:

  • una “testata” dove è visibile il nome del sito web oppure app mobile che stiamo monitorando
  • un “menù laterale” a sinistra che contiene le voci in cui si articola lo strumento
  • una “parte centrale” che si espande verso destra e dove si sviluppano i report e i grafici

Nel momento in cui ho pensato di scrivere questo articolo, Google Analytics prevedeva 3 macro sezioni (nel menù laterale a sinistra) mentre da poco tempo ne sono state aggiunte altre 2:

  1. Home Page (nuova)
  2. Personalizzazione
  3. Rapporti
  4. Scopri (nuova)
  5. Amministratore

Vediamole tutte nel dettaglio.

Home Page

E’ la prima novità della nuova versione dello strumento di  analytics. Come prima informazione riporta i dati di utenti, sessioni, frequenza di rimbalzo e durata della sessione consuntivati per gli ultimi 7 giorni.
Risponde a una vasta panoramica sulle domande frequenti che assillano la mente di chi analizza l’andamento di un sito web.

  • Come acquisisci nuovi utenti?
  • Quanto è efficace la tua strategia di fidelizzazione?
  • Quali pagine visitano i tuoi utenti?
  • Qual è il tuo rendimento rispetto agli obiettivi?

Il layout presenta grafici riepilogativi con la possibilità di aprire direttamente la pagina dei report collegata.

Per approfondimenti: Frequenza di rimbalzo in Google Analytics e Analizzare un sito web: riconoscere i visitatori

Personalizzazione

E’ la seconda sezione del menù di sinistra e già presente nella versione precedente. A sua volta si suddivide in 4 voci:

  1. Dashboard
  2. Rapporti personalizzati
  3. Scorciatoie
  4. Avvisi intelligenti

Le dashboard mostrano più rapporti contemporaneamente e permettono di monitorare simultaneamente più metriche.

I rapporti personalizzati sono rapporti creati dall’utente. E’ necessario indicare almeno una metrica e una dimensione ed è possibile scegliere come devono essere rappresentate.

Le scorciatoie consentono un rapido accesso ai report più visualizzati. Mantengono tutte le impostazioni di configurazione impostate (filtri, segmenti avanzati, dimensioni secondarie) e devono essere attivate preventivamente tramite gli strumenti del report che si desidera salvare.

Gli avvisi intelligenti possono essere creati dall’utente e avvisano nel caso in cui si presentassero variazioni significative nel traffico del sito web che stiamo monitorando.

Rapporti

E’ la sezione dove vengono collocati e resi visibili i dati raccolti da Google Analytics. Sono riuniti in tabelle e suddivisi in base a delle “caratteristiche”. Presentano tutti una prima voce definita “Panoramica” e successivamente le varie declinazioni a seconda della caratteristica analizzata.

Si suddividono in:

  • Tempo reale
  • Pubblico
  • Acquisizione
  • Comportamento
  • Conversioni

Il report tempo reale indica gli utenti presenti sul sito nel momento esatto in cui stiamo visualizzando il report.

Il report pubblico mostra quanti e quali sono i visitatori del sito. Ne identifica gli interessi, la localizzazione, la tipologia di dispositivo utilizzato per connettersi a internet.

Il report acquisizione visualizza come gli utenti atterrano sul sito internet: da quale fonte (organic, a pagamento, social ecc) provengono dettagliando ogni singola voce.

Il report comportamento indica come si comportano gli utenti una volta approdati sul sito. Si possono conoscere le pagine visitate, gli eventi messi in atto (solo se è stato preventivamente impostato il monitoraggio nella sezione Amministratore), le ricerche interne effettuate.

Per approfondimenti leggi anche Eventi ed obiettivi su Google Analytics e Ricerca interna su Google Analytics

Il report conversioni mostra se gli obiettivi scelti sono stati raggiunti dagli utenti (anche per questi è necessario impostarli preventivamente nella sezione Amministratore).

Scopri

La sezione Scopri è stata introdotta ultimamente e potremmo definirla di supporto. Contiene collegamenti rapidi ad altri tools messi a disposizione dal colosso di Mountain View. Si passa dall’ausilio degli argomenti di Google Academy per diventare un esperto del campo alla possibilità di ampliare le proprie strategie di analisi. Dagli strumenti per chi lavora nel campo del marketing e per i sviluppatori al perfezionamento della raccolta dati.

Amministratore

Google Analytics è basato su una gerarchia. Il livello più alto è l’account (che può essere il nome di chi gestisce la parte analitica o della sezione aziendale che se ne occupa), successivamente si parla di proprietà (è il sito web che andiamo ad analizzare) e di viste (sono i livelli su cui andiamo a testare le modifiche, a impostare filtri e gli obiettivi).

Come posso iniziare a monitorare il mio sito web?

Dalla proprietà recuperiamo il codice di monitoraggio da inserire all’ interno del sito che si vuole monitorare affinché Google Analytics inizi il lavoro di raccolta dati. Tale tag va inserito nel codice sorgente di ogni pagina che si intende analizzar mentre nel caso di un CMS come WordPress è molto più semplice.
Esistono 2 metodi di inserimento: tramite plugin oppure implementazione del codice in un template denominato “header” presente nell’editor del CMS. Quest’ultimo metodo è quello che utilizzo per il mio blog e che mi sento di consigliare, l’installazione di un ulteriore plugin sul sito potrebbe “appesantire” il sito stesso diminuendo così la velocità di caricamento e aumentando il tempo di attesa da parte dell’utente.

Hai compreso l’importanza di utilizzare uno strumento di analisi come Google Analytics e vuoi implementarlo sul tuo sito?
SCOPRI i miei servizi di monitoraggio dei dati web oppure CONTATTAMI per una consulenza gratuita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *